Oltre 320mila euro di multe, 57 lavoratori extracomunitari a nero e 23 clandestini. Tutto all’interno di 34 fabbriche controllate dai carabinieri per la Tutela del Lavoro di Napoli che hanno portato a termine un intervento tra Boscoreale, Boscotrecase e Trecase.

A capo degli opifici-lager imprenditori cinesi e bengalesi che sono stati denunciati. Fogli di via e rientro in patria per gli immigrati clandestini scoperti. Un maxi-blitz che ha portato alla chiusura delle fabbriche in cui sono stati trovati anche numerose situazioni di pericolo sul lavoro e problemi igienico-sanitari.

fabbrica carabinieri opificio