Il Gip ha convalidato l’arresto di Caludio Vitale e Jacopo Nicchetto, i due carabinieri-rapinatori che mercoledì hanno scatenato il finimondo sulla Statale 268 fino al punto di provocare una sparatoria ed uccidere il povero Pasquale Prisco, il 28enne figlio del titolare del supermercato Etè.

Domani o al massimo martedì sarà eseguita l’autopsia sul corpo senza vita del giovane ottavianese: dunque la famiglia e la città si preparano per l’estremo saluto al ragazzo che dovrebbe avvenire a questo punto tra martedì e mercoledì. Sono tantissime le persone attese per il momento che sarà certamente di forte dolore.

statale 268 prisco