Il Comune di Pollena Trocchia ha attivato una campagna di comunicazione finalizzata a informare i medici di base circa la possibilità per i loro assistiti di accedere a due importanti servizi nell’ambito delle Politiche sociali: l’erogazione per l’assegno di cura e l’assistenza domiciliare Home Care Premium.

L’assegno di cura verrà erogato a favore di persone in condizione di disabilità gravissima e degenti in condizione di dipendenza vitale che hanno bisogno di assistenza continua 24 ore su 24. Il progetto Home Care Premium rivolge, invece, prestazioni socioassistenziali agli utenti della gestione ex Inpdap (dipendenti e pensionati pubblici), ai loro coniugi conviventi e familiari di primo grado non autosufficiente residenti nel territorio dell’ambito sociale N24 di cui fa parte il Comune di Pollena Trocchia. «Ancora una volta la nostra amministrazione è al fianco delle fasce più deboli della popolazione. Le persone ammalate e le loro famiglie troveranno certamente sollievo dall’avvio di questi due progetti – dice il sindaco, Francesco Pinto – La comunicazione attraverso i medici di base è necessaria per consentire di avviare l’Home Care Premium che sarà attivato solo al raggiungimento di un numero adeguato di richieste».

«Attraverso l’assessorato stiamo avviando una comunicazione diretta con i medici di base che rappresentano il front office per i cittadini che necessitano di assistenza sociosanitaria. L’assegno di cura è destinato a cittadini affetti da patologie gravissime quali la Sla, la Sma, la demenza frontotemporale e la malattia di Kennedy – spiega l’assessore Pasquale Fiorillo – L’intervento si distingue in un’erogazione di un assegno di cura o in intervento di assistenza domiciliare. L’Home Care Premium è un intervento di assistenza domiciliare che si rivolge anche ad anziani, minorenni e persone diversamente abili».

pollena_comune