«Sono 63 i Comuni inclusi nella nuova “zona gialla” del Vesuvio insieme ai quartieri di Barra, San Giovanni e Ponticelli del Comune di Napoli». Così l’assessore regionale alla Protezione civile Edoardo Cosenza, sull’approvazione della nuova proposta di delimitazione dell’area approvata dalla Giunta regionale e definita in accordo con il Dipartimento nazionale della Protezione civile.

«Eppure – rilevano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza – dal sito nazionale della Protezione Civile Barra, Ponticelli e San Giovanni a Teduccio del Comune di Napoli sono in zona rossa come annunciato in precedenti comunicazioni. Cosa è cambiato dal 14 febbraio data dell’aggiornamento del sito? Si tratta di un errore o di una nuova valutazione scientifica? Possibile mai che questo piano continui ad apparire a tanti poco concreto e pieno di lacune?».

vesuvio allarme