Alla fine il ritardo accumulato dal treno della Circumvesuviana è stato di circa tre quarti d’ora. Ma è l’ultimo problema, visto ciò che è accaduto a bordo. Ancora un’aggressione al personale dell’Eav, stavolta addirittura partita da una donna.

La viaggiatrice, pescata senza biglietto dal controllore, ha pensato bene di prendere a schiaffi e pugni in testa, così come raccontato dall’edizione online de “Il Mattino”, il povero capotreno che stava per multarla. Naturalmente è scoppiato il caos con l’intervento di altri pendolari.

Il dipendente Eav ha ad ogni modo deciso di continuare il suo turno e portare a termine il lavoro in una giornata molto difficile dal punto di vista di ritardi dei treni e guasti ai convogli.

circumvesuviana