Ancora strade deturpate nel cuore di Terzigno: allagamenti, smottamenti, buche e voragini sia nei tratti di asfalto e che in quelli pietra lavica. Insomma, la città vesuviana paga ancora a caro prezzo gli effetti del maltempo che già la scorsa settimana avevano provocato la chiusura parziale del corso Leonardo Da Vinci.

Disastro che insomma si sta ripetendo anche con questa fase di maltempo e che fa tuonare il Pd locale e i Giovani Democratici: «La vergogna continua, ogni volta che piove aumentano i disagi per i nostri concittadini – dicono – Terzigno ormai più che ad un paese risulta somigliare di più ad un cantiere aperto, strade colabrodo, infrastrutture fatiscenti e servizi offerti ai cittadini inesistenti. Di fronte ad un problema come quello della viabilità bisognava agire molto tempo fa e con determinazione, invece sono mesi che il nostro paese versa in questo stato, forse prima tali problemi erano meno evidenti vista l’assenza del maltempo, ma ora emergono prepotentemente».

Dunque, il problema strade, che tuttavia coinvolge molte delle città vesuviane, resta al centro della contesa politica di Terzigno, ma i risultati sono intanto sotto gli occhi di tutti.

terzigno strade