«Circa 6 mesi, fa in data 30 luglio 2014, con la delibera 66, la Giunta Comunale di Somma Vesuviana approvava all’unanimità l’adesione al progetto ‪”decoro urbano”, in seguito alla nostra serata di presentazione di questa rivoluzionaria piattaforma», spiega in una note il MoVimento 5 Stelle di Somma Vesuviana. «Tale applicazione – continuano i pentastellati – consente ai cittadini di attivarsi per controllare il territorio comunale e segnalare, tramite smartphone, tutte le criticità presenti sul territorio inviando una semplice foto alla piattaforma decorourbano.org: suddette segnalazioni hanno un vero e proprio valore legale, ed il Comune è obbligato a prendere in le segnalazioni e risolvere le criticità, aggiornando il cittadino sull’evolversi del disagio da lui fotografato ed inviato con un semplice click dal suo cellulare».

«I disagi che possono essere segnalati sono: rifiuti, vandalismo, buche stradali, edifici pericolanti, affissioni abusive, amianto ed ogni genere di disservizio a cui il nostro martoriato territorio è purtroppo abituato, nonostante le elevate tasse che paghiamo. Sono tantissimi i comuni di Italia ed anche in Campania che hanno già aderito alla piattaforma, i risultati documentati dai sindaci di questi comuni sono soddisfacenti, in quanto avere cittadini attivi che segnalano quello che non va, è come avere vere e proprie telecamere per il nostro territorio a costo zero».

«Nonostante la delibera approvata da loro stessi, ad oggi Somma Vesuviana non ha ancora aderito a Decoro Urbano – conclude il MoVimento – basterebbe una semplice mail istituzionale per farlo. Pertanto abbiamo deciso di diffidare l’amministrazione affinché proceda, il prima possibile, ad attuare la propria delibera, in caso contrario siamo disposti ad agire in tutte le sedi competenti finanche ad arrivare al commissariamento per inerzia in quella determinata funzione della pubblica amministrazione».

decoro urbano