“Sarà distrutta da un terremoto e da bombe: fuoco del centro della terra la farà tremare. Finché due potenze fanno la guerra per lungo tempo. Il cielo arderà a 45 gradi. Il fuoco si avvicina, la gran fiamma salterà subito”. È la strofa “incriminata”, tradotta dagli studiosi di Nostradamus e che secondo gli “esperti” è la previsione dell’eruzione del Vesuvio nell’anno 2015.

Insomma, la rete mette paura al territorio partenopeo e vesuviano: secondo chi da tempo prova ad interpretare le parole del medico-profeta francese, infatti, in questo anno ci sarà la tanto temuta eruzione del Vesuvio. Ma quanto valgono veramente le profezie di Nostradamus? Tra i suoi seguaci c’è che spergiura che il medico avrebbe predetto anche l’attento alle Torri Gemelle del 2001. Tuttavia, spesso e volentieri, le strofe del profeta vengono interpretate in maniera attenta soltanto dopo che i fatti sono già accaduti, difficilmente e forse mai si è riusciti a risalire ad un evento prima che questo si consumasse, leggendo e studiando le parole molto confuse trascritte da Nostradamus e poi tradotte.

Dunque, la popolazione vesuviana può dormire sonni tranquilli: l’eruzione del vulcano nel corso dell’anno sarà un evento molto molto raro, e difficilmente il medico-profeta può averla predetta. Speriamo soltanto di non sbagliarci.

nostradamus vesuvio