Il Pd di Somma: «Pubblica illuminazione privatizzata per i prossimi 20 anni, che spreco»


178

«Con un argomento che verrà portato in consiglio comunale, la maggioranza vuole esternalizzare il servizio di pubblica illuminazione, scelta che si concretizzerà nel conferimento a una ditta appaltatrice e finanziatrice  dell’incarico di rifare a sue spese l’intero impianto di pubblica illuminazione, curandone poi la manutenzione per molti anni». A tirare fuori la questione è il Pd di Somma Vesuviana.



«L’anno scorso abbiamo speso circa 900mila euro – continuano i democratici – con la delibera il Comune vorrebbe vincolarsi ad una società privata per 20 anni ad un costo di circa 853mila euro annui tra consumi e manutenzione ordinaria, senza contare la straordinaria. Dopo l’acqua i cui disastri sono sotto gli occhi di tutti non vogliamo che anche l’energia venga privatizzata».

«Il Partito Democratico e i cittadini contribuenti, vogliono avere chiari elementi di valutazione  per capire, decidere e scegliere le ragioni economiche, politiche di una tale scelta a carico delle nostre tasche. Il Pd chiede di conoscere la spesa reale, che i lavori vengano effettuati in economia e non con contratti a vita. L’amministrazione deve far capire ai cittadini come questa affidamento e concessione a terzi del servizio di fratine dell’impianto di pubblica illuminazione sia in grado di garantire vantaggi economici veri e sostanziali miglioramenti del servizio», conclude la nota del Pd.

Somma-Vesuviana-Comune_intera

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE