Abuso d’ufficio, l’ex sindaco D’Alessio condannato a due anni


289

È stato condannato per abuso d’ufficio l’ex sindaco di Pompei, Claudio D’Alessio. Due anni la pena che è stata inflitta all’ex primo cittadino della città mariana, di recente coinvolto anche nello scandalo giudiziario riguardante il cimitero.



La pena per D’Alessio è stata sospesa, dunque nessuna reclusione. Con lui, come riporta l’edizione online de “Il Mattino”, condannati anche l’ex assessore Carmine Lo Sapio e gli altri imputati Raffaele Matrone e Andrea Nunziata. Per l’avvocato ed ex sindaco, inoltre, c’è anche l’interdizione dai pubblici uffici.

La condanna è arrivata al termine del processo riguardante le varianti per i lavori di piazza Schettini per la Fonte Salutare. Gli altri imputati coinvolti sono stati invece assolti.

d'alessio

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE