In sei, forse sette, hanno aggredito un uomo responsabile di avere semplicemente rimproverato un bambino dopo un banale litigio con il figlioletto di nemmeno dieci anni. Ma il piccolo si è legato al dito quel “rimbrotto paterno”, avvisando di quanto avvenuto alcuni amici più grandi.

Tanto è stato sufficiente a fare scattare la violenza del branco, che nel cuore della città ha aggredito l’uomo, di circa quarant’anni, davanti agli occhi del figlio e della moglie, anche lei rimasta lievemente ferita nel terribile parapiglia. La babygang ha scaraventato a terra l’uomo colpendolo ripetutamente con calci al volto e sul tutto il corpo: secondo quanto appreso l’uomo sarebbe stato addirittura preso a cinghiate.

Il fatto ieri, nella prima serata, a seguito di un evento banalissimo avvenuto tra due bambini. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Striano, arrivati in luogo dei colleghi di Poggiomarino impegnati su un’altra emergenza. Il suono delle sirene ha fatto fuggire i ragazzini, mentre l’uomo è stato portato in ospedale per farsi curare alcune ferite al volto ed altre sparse su tutto il corpo.

Al momento non è stata sporta denuncia ai carabinieri, che per adesso stanno lavorando semplicemente su quanto ricostruito sul posto dagli uomini in divisa provenienti da Striano.

aggressione