La scorsa notte a Palma Campania i carabinieri nel nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Nola hanno arrestato: Giovanni Ruggiero, 25enne di Palma Campania, già noto alle forze dell’ordine; A. F. 21enne di Palma Campania incensurata; Mohamed Brahmia, 32enne algerino, già noto alle forze dell’ordine; Mohamed Hafidi, 28enne marocchino, già noto alle forze dell’ordine; Mohamed Motadil, 28enne marocchino, già noto alle forze dell’ordine. I 5 sono ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Percorrendo una strada periferica del comune di Palma Campania, il Ruggiero alla guida di una Lancia Ypsilon, con accanto la sua compagna, A.F., e i tre extracomunitari seduti dietro, incrocia un posto di blocco dei carabinieri. Il militare addetto alla selezione dei veicoli da controllare fa cenno alla vettura in arrivo di fermarsi. Il Ruggiero mette la freccia facendo finta di accostare, invece improvvisamente riparte sgommando e scappa. I militari saltano sull’autoradio accendono sirene e lampeggianti e inseguono la Ypsilon. La potente 159 in pochi secondi è già alle calcagna della Ypsilon con il faro brandeggiante del tettuccio puntato all’altezza dei finestrini. I militari notano il lancio di oggetti dal finestrino dell’auto dei fuggitivi. Dopo poco Ruggiero è costretto a fermarsi dalla manovra dell’autista del radiomobile nolano.

I cinque scendono e vengono identificati. Con l’aiuto della torcia i carabinieri riescono a recuperare dalla carreggiata gli oggetti buttati dalla Ypsilon: sono 4 panetti di hashish per un peso complessivo di 450 grammi. Lo stupefacente viene sottoposto a sequestro, come anche l’auto e i 1.500 euro in contanti trovati addosso ai fermati. Ruggiero, la fidanzata, l’algerino e i due marocchini, aspetteranno l’udienza di convalida: i primi due ai domiciliari presso le rispettive abitazioni, gli altri tre presso il carcere di Poggioreale.

carabinieri notte