Ci sono indizi per identificare i due balordi che l’altra notte hanno fatto razzia all’interno del cimitero di Nola: le immagini delle telecamere di videosorveglianza hanno infatti immortalato i malviventi.

Si tratta di due persone a volte coperto, mentre per ben due volte, tra le 22,30 e le 0,55 tentavano di tranciare i cavi di rame. L’impianto elettrico del cimitero è al momento fuori uso, molte zone del camposanto sono prive di illuminazione, ma una precisa stima dei danni non è stata ancora effettuata.

Da un primo sopralluogo però sembrerebbe che i malviventi, se non altro, abbiano risparmiato, forse per mancanza di tempo, le cappelle gentilizie che non presentano alcuna effrazione o forzatura.

raid cimitero