Alla scadenza del primo semestre della nuova amministrazione, Fi intende fare una riflessione sui fatti di cronaca politica recenti tra cui la Tari. «Il partito FI in ottemperanza al proprio programma e a quanto proposto alla cittadinanza, ritiene doveroso e non più procrastinabile, una diminuzione del carico fiscale, preliminarmente, attraverso la modifica del regolamento sarà necessario formalizzare una dilazione in più rate dei tributi notificati, peraltro, norma già applicata in diversi comuni italiani. Inoltre – dicono i forzisti in una nota – conferma la necessità di prevedere la riduzione dei costi attraverso il nuovo bilancio previsionale del 2015».

«Legalità e trasparenza sono stati e sono capisaldi della bandiera FI, e in merito a questi che il gruppo azzurro si interroga sulle modalità del recente Bando di selezione di tre responsabili di servizi. L’idea di FI oltre al rispetto dei primari principi di trasparenza, è di effettuare, preliminarmente, una ricerca interna alla macchina amministrativa delle competenze professionali mancanti, prima di ricercarle all’esterno, puntando così al massimo risultato con la minor spesa (pubblica) possibile. Sul Pip (Piano Insediamento Produttivo): «Evitando strumentalizzazioni sull’aspetto urbanistico e sull’attuazione dei PIP, FI ribadisce che l’attenzione per la riqualificazione del territorio rimane uno dei principali punti programmatici: «Negli ultimi sei anni – afferma il Commissario Cittadino Fi, Antonio Granato – il centrodestra ha lavorato intensamente in ordine alla riqualificazione urbanistica ed alla progettazione dei Piani d’insediamento Produttivo, producendo tutti gli atti necessari per una valutazione oculata dei vari provvedimenti. Il PIP potrebbe rappresentare un’importante risposta alle richieste della classe imprenditoriale della nostra città, in quanto verrebbero raggiunti sia l’obiettivo della delocalizzazione delle attività, ad oggi incompatibili con il tessuto cittadino e sia la creazione di una nuova offerta imprenditoriale, che porterebbe alla creazione  di nuovi livelli occupazionali ed un rilancio generale dell’economia».

Inoltre la posizione degli azzurri è in favore della gestione pubblica dei PIP rispetto agli insediamenti privati, di modo che il Comune faccia da garante sulle decisioni che influiranno sul benessere economico e sulla vivibilità dei cittadini nel loro paese. FI intanto, è impegnata e si attiverà nelle prossime settimane, insieme al gruppo consiliare ed ai propri iscritti, in una campagna di confronto e di ascolto con la cittadinanza, che vedrà la partecipazione dei propri referenti nazionali e del Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, riproposto dagli azzurri come candidato ideale per la guida dell’ente di Santa Lucia.

Somma-Vesuviana-Comune_intera