I carabinieri della stazione di Carbonara di Nola hanno effettuato un servizio predisposto per contrastare il fenomeno del lavoro sommerso a Palma Campania, con la collaborazione di personale dell’Inps di Nola, dell’Asl Napoli 3sud e dell’ispettorato del lavoro.

Nel corso dei servizi è stato denunciato un 28enne del Bangladesh titolare di un opificio tessile in via Circumvallazione, ritenuto responsabile di avere dato occupazione alle sue dipendenze a 4 lavoratori stranieri non in regola con le norme sull’immigrazione e della tenuta della ditta senza i requisiti di salubrità e sicurezza previsti per i luoghi di lavoro nonché per la mancanza del registro di carico e scarico dei rifiuti.

Nella circostanza gli sono state contestate violazioni amministrative per 60.000 euro ed è stata sospesa l’attività.

bangladesh