Home Notizie Emergenza abitativa: soldi per gli inquilini di Poggiomarino, Palma, Nola e Pomigliano

Emergenza abitativa: soldi per gli inquilini di Poggiomarino, Palma, Nola e Pomigliano

Tornano i contributi per i fitti per le persone che non riescono a pagare il canone di locazione della casa in cui vivono: la cosiddetta morosità incolpevole, insomma, che la Regione elargisce ai comuni considerati ad alta tensione abitativa.

Ecco l’elenco delle città inserite nella lista: Acerra, Afragola, Arzano, Bacoli, Brusciano, Caivano, Cardito, Casalnuovo di Napoli, Casandrino, Casavatore, Casoria, Castellammare di Stabia, Forio, Frattamaggiore, Frattaminore, Giugliano, Gragnano, Grumo Nevano, Ischia, Marano, Marigliano, Massa Lubrense, Melito di Napoli, Monte di Procida, Mugnano di Napoli, Napoli, Nola, Palma Campania, Piano di Sorrento, Poggiomarino, Pomigliano d’Arco, Pozzuoli, Qualiano, Quarto, Sant’Antimo, Sant’Antonio Abate, Sorrento, Vico Equense, Villaricca, Volla.

«Il sostegno va dai 3 ai 6 mila euro all’anno per coloro che non hanno più potuto pagare il canone di locazione e ora rischiano di restare senza un tetto – dice Flora Beneduce, presidente della commissione regionale competente – Il provvedimento è stato adottato prima con un decreto dirigenziale e poi perfezionato con una deliberazione di Giunta regionale. I Comuni hanno ora trenta giorni di tempo per effettuare i bandi di ricognizione utili a censire la platea dei beneficiari. A questo punto, interviene la Regione, che procederà al riparto tra i comuni».

Posting....
Exit mobile version