Stavano scaricando un furgone pieno di botti killer, nel tentativo di consegnarlo entro la mezzanotte di San Silvestro, invece i carabinieri impegnati nella task force di fine anno sono riusciti a scoprirli e ad arrestarli.

SI tratta di due pregiudicati di Pomigliano d’Arco, il 33enne Giovanni Iasevoli ed il 31enne Antonio Catena, sorpresi dai militari dell’Arma in via Pompeo con 250 “cipolle” realizzate artigianalmente,per un peso totale di 30 chili di prodotti altamente pericolosi, e circa 40 chili di botti di quarta e quinta categoria, quindi petardi, magnum e batterie, oltre a diversi giochi pirici. I fuochi d’artificio, del valore di 5mila euro, sono stati sequestrati.

Per Iasevoli e Catena sono invece scattate le manette intorno ai polsi e dopo le formalità di rito in caserma per loro sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

sequestro botti