Il Castello di Palma Campania è pronto a tingersi di mille colori e a diventare protagonista attraverso dibattiti, musica e spettacolo. Dal 23 al 31 gennaio, prende nuova vita, grazie al progetto “Borgo in festa – Manifestazione ed eventi al Borgo di Palma Campania”, promosso dall’amministrazione comunale e dall’assessorato alla Cultura, che punta ad una rivalutazione, valorizzazione e recupero del territorio, attraverso percorsi di arte, cultura e tradizione, oltre che ad una riqualificazione paesaggistica, architettonica e urbanistica.

Una full immersion “artistica” con iniziative che si snoderanno in una settimana ricca di interventi e proposte volte a favorire e sostenere la scoperta e riscoperta dell’antico e magico borgo. La kermesse si aprirà il 23 con il concerto di musica popolare di Antonio Marotta, musicista a tutto tondo, che ha lavorato col maestro Roberto De Simone. Seguirà poi una serata all’insegna del divertimento, con l’attore Maurizio Casagrande, che porterà in scena il suo ultimo spettacolo teatrale “…e la musica mi gira intorno”. Ma non solo: gastronomia, balli, danze, confronti, conferenze e tanta arte che si tramuta in realtà e che “assalirà” Castello  in questi cinque giorni di festa. Ci sarà spazio anche per concorsi e mostre fotografiche, come quella dedicata al “Gran Mago di Castello”, Pietro Salvatore Caliendo, pittore paesaggista nato a Castello a fine ’800. «Nell’ambito delle manifestazioni – dichiara il direttore artistico Isabella Gaudino – si è scelto di avviare un percorso di collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli, e di portare al borgo un gruppo di artisti nazionali ed internazionali, coordinati e guidati dall’artista Giuseppe Leone. Giovani provenienti dal Messico, dall’Italia, dalla Spagna animeranno il borgo con un atelier en plein air. Saranno presenti per tre giorni durante i quali l’attività-evento lascerà segni tangibili ispirati al genius loci e destinati a diventare parte della memoria storica del luogo. Oltre agli artisti dell’Accademia, è previsto anche il coinvolgimento di quelli locali che saranno invitati ed esporre opere e manufatti».

Indetto, tra le tante cose, anche un concorso fotografico, che premierà la foto che meglio rappresenta Castello e la sua anima. «È questa, un’importante possibilità – dice Elvira Franzese, assessore alla Cultura – che ci permetterà di far emergere, potenziare ed arricchire il patrimonio di un’area che è stata per molto tempo abbandonata a sé stessa. Il borgo di Castello necessita di input concreti che gli consentano, attraverso fondamentali e doverose riqualificazioni di essere all’altezza della bellezza che possiede. E noi ce la stiamo mettendo tutta, con la promessa e la certezza che questo sarà solo un punto di partenza». Per visionare il programma dettagliato, consultare il sito: www.castellodipalmailborgoinfesta.it.

castello palma