Asl Napoli 3: mancano 500 operatori, cliniche in crisi. Mancano posti per la rianimazione


150

Dossier choc della Cgil sulla sanità campana. E tra i tanti disservizi e le criticità, molti sono i punti dolenti anche per l’Asl Napoli 3. Secondo il sindacato, infatti, «in quattro anni sono andati via non sostituti 500 operatori (oltre il 12% della forza lavoro)».



«Delle due Emodinamiche acquistate (una per Nola e una per Boscotrecase) nessuna è stata attivata. Ci sono solo quattro posti letto di Rianimazione tra gli ospedali di Nola-Castellamare- Sorrento. Nell’ospedale di Castellamare funziona una sola sala operatoria. Ci sono solo 4 posti in Day hospital in Oncologia a Nola».

Non meno grave è la situazione della sanità privata accreditata con le crisi delle cliniche Trusso, Lourdes, Santa Lucia con decine di esuberi (70 i licenziamenti solo presso la clinica Trusso).

ospedale boscotre

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE