Prosegue il maltempo in Campania dove si sono registrate criticità soprattutto in provincia di Salerno. Il fiume Sele è, infatti, straripato in più punti provocando allagamenti ed evacuazioni di case e strade.

La Protezione civile regionale ha prorogato, fino alle 18 di domani, l’avviso di criticità idrogeologica di livello moderato per la Penisola sorrentino-amalfitana, i Monti di Sarno, i Monti Picentini, l’Alto Sele, l’Alto Cilento e la Piana del Sele ed ha introdotto lo stesso livello di criticità anche per la Piana Campana, Napoli, isole e area vesuviana per lo stesso arco temporale. «Prosegue – ha spiegato l’assessore regionale al ramo, Edoardo Cosenza – la criticità ordinaria, pari al primo gradino della scala, per il resto del territorio campano. La Sala operativa regionale sta monitorando tutti i territori colpiti dal maltempo – ha assicurato Cosenza – è sceso il livello del fiume Tanagro e i tecnici del Genio civile, insieme con i colleghi del Consorzio di Bonifica, stanno verificando se vi siano eventuali rotture di argini».

«A Sassano, in località ponte Cappuccini, proseguono i lavori per la messa in sicurezza. Anche il Sarno è ancora sotto osservazione anche se al momento la situazione è tranquilla: sono stati alloggiati in hotel i sei nuclei familiari evacuati dal cortile Baldini», ha concluso l’assessore.

pioggia temporali