Se n’è andato stanotte Pino Daniele, simbolo della musica napoletana verace, quella “nera”. Il poeta vesuviano avrebbe compiuto 60 anni il 19 marzo. L’ha portato via un infarto che lo ha colto nella sua abitazione in Toscana. Il suo cuore malandato ha smesso di battere per sempre.

Vi proponiamo uno stralcio dell’intervista con Pino Daniele e Massimo Troisi nel salotto Rai di Gianni Minà: i due grandi amici, morti entrambi per il loro cuore malato, presentavano il film “Pensavo fosse amore invece era un calesse”, la colonna sonora  era la stupenda “Quando”. Troisi dice: «Pino mi ha chiamato, mi ha fatto sentire questa canzone e mi ha chiesto di fargli un film intorno». E giù tutti a ridere.

Un’intervista diventata cult, patrimonio di Napoli e dell’Italia. E così che il Fatto Vesuviano vuole salutare il “Nero a Metà”, il cantautore e l’uomo Pino Daniele che ha rivoluzionato la musica napoletana e nazionale: il bluesman famoso in tutto il mondo.

troisi-daniele-1000x600