Ha rifiutato la trasfusione di sangue per rispettare il suo credo religioso, ma è morto il giorno successivo proprio a causa dei valori ematici troppo bassi e che non hanno consentito ai medici di agire per salvargli la vita.

La vittima è un 72enne di Striano, L.P. arrivato all’ospedale “Martiri del Villa Malta” di Sarno con grossi problemi dal punto di vista della circolazione sanguigna e della “qualità” del suo sangue. I sanitari del presidio ospedaliero dispongono una trasfusione, ma l’uomo, un Testimone di Geova, si rifiuta ed a poco a poco le sua situazione clinica continua a peggiorare.

Una decisione in cui l’anziano ha trovato il sostegno dei familiari rimasti accanto a lui fino a quando, ieri mattina, è spirato proprio a causa dei valori ematici crollati senza che i medici abbiano potuto fare nulla per avviare le terapie del caso.

trasfusione