Striano, il Comune rinegozia i debiti: mutui spalmati fino al 2039


99

Il Comune di Striano rinegozia i mutui con la Cassa Depositi e Prestiti e “spalma” i debiti fino al 2039. L’ok è arrivato prima dalla Giunta, poi la misura è stata approvata all’unanimità, e con un solo astenuto, anche in consiglio comunale.



Dunque, i mutui peseranno di meno ogni anno sulle casse pubbliche della località agrovesuviana, che si troverà a sborsare adesso circa 183mila euro ogni dodici mesi rispetto alla cifra originaria di 254mila euro e che avrebbe portato ad estinguere il passivo nel giro di una quindicina di anni. Un’operazione ritenuta indispensabile dalla Giunta Rendina ma anche dalle opposizioni e che consentirà al Comune di avere una disponibilità di cassa maggiore che ammonta a circa 65mila euro ogni anno.

La rimodulazione dei mutui riguarda la realizzazione di opere pubbliche già avvenute negli anni scorsi e che il sindaco Rendina ha quindi resto meno pesanti sulle spalle dei cittadini. Vantaggioso anche il tasso applicato, che resterà fisso per i prossimi 25 anni.

Striano-2

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE