Claudio Spinosa non ha confessato, ma gli investigatori non hanno dubbi: è stato lui ad uccidere Aniello Maione, 78 anni, con cinque coltellate all’interno del cimitero di Sant’Anastasia lo scorso 27 gennaio. Ieri l’arresto, dopo undici mesi di indagini.

Intanto, emerge un nuovo particolare: secondo quanto raccolto, infatti, i due sarebbero già venuti alle mani precedentemente al delitto. Ad avere la peggio fu l’anziano colpito alla testa ed alla schiena dopo una rissa all’esterno di un bar.

Poi il delitto nel cimitero su cui però mancano tuttora prove schiaccianti che accusino Spinosa: al momento l’unico elemento certo è che l’uomo, originario di Pollena ma residente a Sant’Anastasia, si trovava nel camposanto quando è avvenuto l’omicidio.

spinosa maione