Nove Daspo per 6 tifosi della Palmese e 3 della Scafatese, di cui 7 della durata di 4 anni e gli altri della durata di 5 e 6 anni con obbligo di presentazione presso un ufficio di polizia. È il bilancio degli incidenti avvenuti durante la partita Palmese-Scafatese del 9 novembre scorso nello stadio di Palma Campania.

Nell’intervallo tra primo e secondo tempo le due tifoserie, circa 300 tifosi della squadra locale e diverse decine della compagine ospite, hanno dato vita a un reciproco lancio di oggetti contundenti, biglie, oggetti di ferro, bottiglie e fumogeni. Al 13’ minuto del secondo tempo una trentina di tifosi della Palmese, dopo aver forzato il lucchetto apposto a un cancello divisorio, ha invaso il terreno di gioco recandosi nei pressi della tribuna ospite, tanto da costringere l’arbitro a decretare l’interruzione dell’incontro. I carabinieri in servizio sono riusciti a riportare l’ordine evitando il contatto tra le due tifoserie. Le indagini per l’identificazione dei responsabili si sono servite delle registrazioni di un’emittente televisiva locale.

I tifosi ritenuti responsabili dei disordini sono stati arrestati e nei loro confronti l’autorità giudiziaria ha disposto la misura cautelare del divieto di frequentare qualsiasi luogo in cui siano in atto competizioni calcistiche nel territorio campano. Considerata la gravità dei fatti, che hanno comportato la sospensione dell’incontro che non è più ripreso, il questore di Napol ha applicato il Daspo.

tifosi palmese