Il gruppo di estrema destra, CasaPound, sbarca con un gazebo a Pomigliano: uno stand attraverso cui raccogliere giocattoli per i bambini ricoverati negli ospedali pediatrici e raccogliere firme contro il malfunzionamento della Circumvesuviana.

Soltanto questo, però, è stato sufficiente a fare scatenare le polemiche in città. La presenza degli attivisti che, secondo qualcuno, sono ancora legati alla destra più estrema non è piaciuta soprattutto alla sinistra cittadina. “L’Altra Pomigliano”, infatti, non le ha mandate a dire, affermando: «Abbiamo attivato un presidio al fine d’impedire a chi è antidemocratico per sua stessa ammissione e definizione, di portare a compimento, nell’indifferenza generale, una provocazione che Pomigliano non può accettare».

Il banchetto era stato però regolarmente autorizzato e gli esponenti di CasaPound hanno deciso di proseguire la loro iniziativa schierandosi vicino al gazebo con dei caschi.

casapound