Questa mattina all’alba, i Carabinieri di Torre del Greco hanno eseguito nove arresti di persone, tutte di Napoli, del quartiere Poggioreale, ritenute responsabili di furto in abitazione aggravato in concorso.

Il provvedimento è scattato in seguito a un’indagine, avviata il 10 aprile 2013 dai carabinieri di San Sebastiano al Vesuvio, dopo un’efferata rapina in un’abitazione commessa a Massa di Somma. Gli investigatori, coordinati dalla procura di Napoli Nord e, successivamente, da quella di Napoli, hanno ricostruito la vicenda collegando al delitto Renato Boccardi, già colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere a maggio 2014. L’identificazione del responsabile è stata possibile attraverso un’impronta digitale evidenziata, sul mobile cassaforte, dalla Sezione Rilievi del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata durante il sopralluogo. Dalle indagini è inoltre emerso che Boccardi e gli altri otto indagati, sono responsabili di nove furti in danno di distributori di benzina e bar delle province di Napoli, Salerno e Avellino, compiuti in meno di un mese, effettuati in gran parte in orario notturno, mediante effrazione degli apparecchi da gioco del tipo slot machines e asportazione di denaro e merci per un valore complessivo di 60mila euro circa.

La banda potrebbe essere la stessa che, partendo dalla periferia Est di Napoli, avrebbe messo in ginocchio numerosi appartamenti dell’area vesuviana, colpendo a ripetizione. Su gli altri colpi, ad ogni modo, si cercano i riscontri.

ladro