Una task force per sconfiggere il contrabbando di sigarette sul territorio e che vedrà insieme il commissariato di Polizia di Acerra, i vigili urbani di Pomigliano d’Arco e la Guardia di Finanza. Un’attenzione  mirata, frutto dell’incontro avvenuto questa mattina tra il sindaco di Pomigliano Lello Russo e  il Prefetto di Napoli, Antonio Musolino.

Non solo parole, bensì fatti: la riunione del comitato di sicurezza e controllo che darà vita nei prossimi giorni ad un coordinamento speciale tra forze dell’ordine, in grado di monitorare il fenomeno del contrabbando di “bionde” che è ultimamente in crescita, come dimostrano i recenti, numerosi e cospicui sequestri – circa trenta tonnellate – nell’hinterland. Il sindaco Russo aveva già allertato la polizia municipale dopo un incontro con una folta delegazione di tabaccai, circa un mese fa, assicurando tolleranza zero.

«Ringrazio il Prefetto e le forze dell’ordine – dice il sindaco Russo – l’obiettivo è non vedere più i banchetti che smerciano sigarette di contrabbando perché questi comportamenti illeciti aprono le porte ad illegalità ben più gravi e pesanti e il contrabbando non crea danni ai soli tabaccai e alle loro casse ma a tutta la città». Nel frattempo l’amministrazione comunale sta approntando un piano di più largo respiro per la lotta agli abusivismi commerciali.

sigarette