Via libera della Giunta comunale ai lavori di riqualificazione e di ammodernamento per il campo sportivo di Striano. Lavori per 290mila euro sono stati infatti deliberati dalla Giunta del sindaco, Aristide Rendina, che intende dunque accelerare in merito all’apertura del complesso sportivo già avviata dal suo predecessore, Antonio Del Giudice.

Al momento, tuttavia, è pronto ed utilizzabile soltanto il manto erboso, mentre mancano tutte le altre strutture per permettere di utilizzare l’impianto e fare in modo che possa esserci anche l’idoneità alle gare sportive con tanto di pubblico. Accolto, dunque, l’appello da parte delle società sportive locali e delle scuole calcio, che proprio poche settimane fa avevano manifestato il proprio dissenso in merito allo stop dei lavoro avvenuto con il passaggio dell’Amministrazione da Del Giudice a Rendina. Per potere aprire il rettangolo di gioco è adesso necessario mettere in sicurezza gli spogliatoi e l’area esterna, oltre naturalmente a preparare un sistema di illuminazione che consenta di giocare e di allenarsi anche negli orari serali. Opere che dunque possono finalmente partire così come promesso dal primo cittadino in campagna elettorale, che aveva garantito l’apertura dell’impianto nel minor tempo possibile e comunque all’interno del suo mandato quinquennale.

All’interno del bando, tra le voci previste, ci sono proprio il rifacimento degli spogliatoi, il completamento delle torri di illuminazione e la sistemazione dell’area esterna. I ritardi finora accumulati, fanno sapere dal palazzo municipale, sarebbero da imputare, inoltre, ad un mutuo richiesto alla Regione Campania ma la cui erogazione è tardata ad avvenire. Adesso non resta che affidare le opere ed avviare i lavoro, in maniera che nel minor tempo possibile le squadre strianesi possano finalmente evitare di “emigrare” nelle città limitrofe per giocare su campi in terra battuta ben lontani dall’erbetta sintetica di ultima generazione presente a Striano.

stadio striano