Sicurezza del patrimonio arboreo cittadino: si è insediato il tavolo tecnico composto da esperti, rappresentati delle associazioni ambientaliste ed amministrazione comunale. All’ordine del giorno i risultati delle indagini strumentali, eseguite con metodologia Sim su 6 alberi della villa comunale, a cominciare dal cipresso Montezuma.

L’esito dello studio, che ha misurato il livello di rischio crollo in caso di avverse condizioni atmosferiche e causato dalle condizioni di salute delle piante, è stato esposto dal dottore forestale Giuseppe Cardiello. È emerso che sui 6 alberi sottoposti ad esame 4 sono risultati non in pericolo. Critica, invece, la condizione di un pino domestico e del cipresso Montezuma: per il  primo, pur essendo il risultato sotto il livello considerato accettabile, sono stati comunque individuati interventi straordinari per assicurarne il mantenimento. Più delicata la condizione del cipresso Montezuma le cui radici evidenziano difetti strutturali pari al 76 per cento del totale. All’esame dei componenti del tavolo la possibilità di ricorrere a soluzioni volte a scongiurarne l’abbattimento pur preservando l’incolumità dei cittadini.

Le possibili misure sono al vaglio dei componenti della commissione che si è aggiornata al prossimo 30 dicembre. All’incontro di oggi erano presenti i rappresentanti di Legambiente, del coordinamento regionale della Lipu, l’assessore comunale all’ambiente Luciano Parisi ed il sindaco Geremia Biancardi.

alberi abbattuti