Sigilli all’impero della camorra: ecco i nomi degli indagati e le aziende sequestrate


1078

È tutto riconducibile all’imprenditore Tommaso Filosa, nativo di San Gennaro Vesuviano, vissuto ad Ottaviano ed oggi attualmente a Marigliano: è suo, infatti, il patrimonio fatto di beni di lusso di circa 165 milioni di euro confiscati ieri perché ritenuti proventi di attività illecite legate ai clan Fabbrocino, Sarno, Arlistico e Terraciano.



Ecco le persone indagate: Filosa Tommaso nato a Cercola il 19/05/1965; Filosa Antonio nato a Cercola il 02/01/1936; Filosa Francesco nato a Pollena il 09/03/1978; Filosa Antonio nato a Massa il 16/07/1990; Filosa Mariarca nata a Massa di Somma il 12/09/1992; Amoroso Vincenzo nato a Cercola il 19/11/1962; Addeo Antonio nato a Brusciano il 12/09/1950; Pragliola Emiliano nato ad Avellino il 30/11/1980; Giullaro Giovanni nato a Napoli il 15/06/1981; Musella Anna nata a Napoli il 18/01/1967

Queste, invece, le aziende sequestrate: Dueffe Re Srl, My Love Unipersonale Srl, S.Aem. Edilizia Generale Srl, Csi Casalnuovo Sviluppo Industriale Scarl, Gestione Servizi Alberghieri Srl, Gestione Servizi Sportivi Srl, Gestione Servizi Hotel Srl, Associazione Sporting Club Quadrifoglio Società Sportiva Dilettantistica Srl.

filosa tommaso

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE