Arriva il sesto autovelox fisso sulla Statale 268 dei Paesi Vesuviani. Il dispositivo è stato installato dal personale dell’Anas, sotto la supervisione della polizia stradale, tra gli svincoli di San Giuseppe Vesuviano e Palma Campania in pieno territorio sangiuseppese.

Il tratto su cui sono stati montati gli occhi elettronici è quello a doppia corsia in direzione Napoli dove il limite di velocità consentito raggiunge i 70 chilometri orari. Dunque, non si tratta di un autovelox a forte rischio di frenata come quelli presenti tra Somma Vesuviana ed Ottaviano laddove non è possibile oltrepassare il muro dei 40 chilometri orari. Ad oggi, tuttavia, ai margini della sede stradale è presente soltanto la “scatoletta” mentre nei prossimi giorni verrà anche montato l’apparecchio intelligente che come gli altri dispositivi della “superstrada della morte”, oltre all’andatura, misura anche la distanza di sicurezza che sulla Statale 268 deve essere di almeno 40 metri nei tratti maggiormente pericolosi.

Mancano dunque all’appello altri due “occhi elettronici” degli otto che vanno complessivamente montati sull’arteria che parte da Napoli e che si chiude sul territorio di Angri attraversando tutti i comuni interni del Vesuviano.

autovelox 268