Nella cittadina di Scafati, nell’allora diocesi di Nola, nel 1713 trainata da un carro di buoi un’antica  statua lignea policroma della Santa Vergine fu lasciata sul ponte poiché appesantiti non riuscivano a camminare, così fu presa la decisione di collocarla nel vicino e vetusto tempio del XV secolo dedicato alla Madonna del parto.

La statua mostra la Santa Vergine, molto giovane, con un viso molto dolce, che accoglie sotto il suo manto due vergini, una ricca e una povera. Molti sono i miracoli e grazie inspiegabili che si susseguono rivolgendosi alla Madonna delle Vergini, come quello dell’eruzione del Vesuvio avvenuta nel 1906, in cui la Sacra Statua durante la colata di lava fu portata alle porte della città la Madre di Dio non mancò di volgere lo sguardo ai suoi figli che le supplicavano aiuto, così la lava si arrestò miracolosamente e la città di Scafati fu risparmiata da morte e distruzione, nessun lapillo e cenere caddero sul suolo scafatese.

La popolazione non mancò di ringraziare la Madonna impreziosendola con uno splendido stellario di dodici stelle. Nel 2006 fu donato una nuova corona e un nuovo stellario, sono tanti i doni che il popolo di Scafati ha dato alla sua patrona un’antica corona e un medaglione nel 1840 e nel 1854 e 1954 furono donati ancora due medaglioni d’oro per ringraziare la Vergine Madre della sua protezione e per gli innumerevoli benefici spirituali e corporali elargiti ai suoi devoti Figli.

madonna vergini