In ottemperanza alle nuove direttive del presidente del Consiglio dei ministri che stabilisce definitivamente la nuova zona rossa per l’area vesuviana, cioè l’area da evacuare in via cautelativa in caso di ripresa dell’eventuale attività eruttiva, Ottaviano avvia ufficialmente la redazione del Piano di Protezione civile.

A darne notizia è il sindaco Luca Capasso, che informa i cittadini attraverso un avviso pubblico. «Il Comune, dopo essere stato ammesso al finanziamento sul fondo Por-Fesr 2007-12013 della Regione Campania, ed aver firmato in data 07.11.2014 l’apposita convenzione, sta procedendo all’aggiornamento del “Piano Comunale di Emergenza” – c’è scritto nell’avviso pubblico – dandone successivamente informazione e divulgazione a tutta la cittadinanza, delle procedure da porre in essere per fronteggiare i rischi che incombono sul nostro territorio e di educare il cittadino a come comportarsi in caso di un qualsiasi evento calamitoso che possa mettere a rischio l’incolumità pubblica».

Il sindaco Capasso, inoltre, ricorda ai cittadino che Ottaviano è gemellata con la Regione Lazio in cui sarà necessario recarsi solo quando il livello d’allarme del Vesuvio salirà dal colore verde, quello attuale, a quello rosso. Prima, però ci saranno i livelli di preallerta e solo allora si potrà decidere sull’evacuazione.

Vesuvio