Adesso è quasi tutto pronto per i lavori di riqualificazione in via Iervolino: nei giorni scorsi, infatti, sono state aperte le buste con le offerte destinate alle opere di restyling del secondo tratto dell’arteria principale di Poggiomarino. Opere che costeranno un milione e 350mila euro e che vedranno non solo un semplice restauro della strada, ma anche un’importante rivisitazione di marciapiedi e carreggiate in stile del primo tratto già consegnato alla città un paio di anni fa.

All’apertura preliminare delle buste, la migliore offerta è quella di una ditta di Poggiomarino, la Ati Eurocostruzioni Sangiovanni, che ha ottenuto un punteggio di 79,88 precedendo l’impresa Fattorusso Costruzioni di Terzigno e l’altra concorrente di Poggiomarino, la Poggio Impianti. In totale erano sette le società che avevano partecipato alla gara d’appalto emanata dal comune poggiomarinese. Naturalmente, per il momento, l’appalto è provvisorio poiché nei prossimi giorni vanno compiuti tutti i controlli necessari per avviare i lavori e consegnare il cantiere nelle mani della ditta che ha vinto la gara pubblica. Si partirà con il controllo più importante: quello relativo ad eventuali interdittive antimafia, fino a tutti gli altri fattori da valutare.

La Ati Eurocostruzioni, in tal senso, ha fornito l’offerta più vantaggiosa dal punto di vista del rapporto qualità-prezzo, oltre ad apportare anche alcuni miglioramenti al progetto originale del bando. Se la grande opera, infatti, venisse definitivamente affidata alla società poggiomarinese, il tratto di strada riqualificato sarebbe più ampio rispetto a quanto previsto originariamente. Inoltre, la stessa impresa si preoccuperà anche di installare a proprie spese alcuni elementi di arredo urbano. «Continua il nostro progetto di una Poggiomarino più funzionale e più bella», commenta Giuseppe Annunziata, vicesindaco e assessore competente.

riqualificazione iervolino