Scende in campo direttamente il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, in merito alla ferita allagamenti a Poggiomarino e Striano. Il governatore ha scritto ieri a numerosi sindaci dell’area del fiume Sarno, tra cui alle fasce tricolori di Poggiomarino, Leo Annunziata, e di Striano, Aristide Rendina.

Alla popolazione della due città ha promesso lo stop agli allagamenti già dai primi mesi del nuovo anno, come sulla linea, insomma, di quanto affermato dal suo assessore alla Protezione civile, Edoardo Cosenza. Nella missiva scrive Caldoro: « Con riferimento al collettore sub 2, stiamo seguendo con grande attenzione le ultime lavorazioni. Ci sono sconnessioni in quattro diversi punti, ma si sta lavorando intensamente per terminare tutte le lavorazioni entro fine anno o al massimo a fine gennaio. Dunque, ad inizio 2015, potranno allacciarsi ai collettori, e quindi al depuratore, circa 140.000 abitanti equivalenti in base ad una nostra stima».

E poi il riferimento alla vasche: « Inoltre potranno finalmente partire i lavori di svuotamento delle vasche Pianillo e Fornillo con la conseguente messa in sicurezza idraulica sul fronte vesuviano soprattutto dei Comuni di San Giuseppe Vesuviano e Terzigno».

polemica allagamenti