Era andata dritta dal sindaco di Poggiomarino, Leo Annunziata, pretendendo un posto di lavoro. Ma è stata fermata davanti al Comune dagli uomini di guardia del palazzo di piazza De Marinis. A quel punto ha chiesto di parlare con il primo cittadino, ma ha “condito” l’istanza con epiteti e minacce.

Momenti di tensione, insomma, durante cui una “disperata” deve avere scambiato l’Amministrazione comunale con un centro per l’impiego. A quel punto sono stati allertati i carabinieri della locale stazione che hanno condotto la donna in caserma.

Alla fine D.M. è stata denunciata a piede libero: sul suo capo pendono tra l’altro altre accuse dal punto di vista dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Comune Poggiomarino