Sposati da nove anni, ma soltanto per la chiesa perché il parroco non ha mai inviato le carte al Comune per registrare anche civilmente il matrimonio. Succede a Pomigliano D’Arco ed a raccontare l’incredibile storia è Nino Pannella sul quotidiano “Roma” in edicola questa mattina.

La coppia si è resa conto di quanto accaduto soltanto negli ultimi giorni, quando ha tentato di avviare la causa di separazione. Tuttavia, nella stessa condizione dei due coniugi ormai sull’orlo del divorzio, ci sarebbero anche altre persone che continuano serenamente a stare insieme.

Ma c’è di più, poiché sul fatto indagano i carabinieri di Castello di Cisterna, che hanno recuperato il registro matrimoni di quel periodo. E pare che in parrocchia, al momento non diffusa per motivi d’indagine, qualcuno abbia falsificato gli atti per evitare il polverone. Tuttavia, il tentativo di correggere l’errore sta avendo l’effetto opposto ed i matrimoni di una decina di coppie rischiano adesso di essere nulli.

matrimonio