Neonata morta dopo il parto, chiesta la condanna per ginecologo ed ostetrica

133

Il pubblico ministero ha chiesto una condanna di tre anni per l’ostetrica Gelsomina Donadio e di quattro anni per il ginecologo Angelo Mascolo. I due medici dell’ospedale Sant’Anna e Maria della Neve di Boscotrecase sono accusati di avere provocato la morte di una piccola appena nata.



I fatti risalgono all’ottobre 2010, quando nella struttura ospedaliera boschese viene data alla luce la piccola Antonia Amato. In pochi giorni la bambina si aggrava e poi muore. I genitori, Giuseppina e Michele, difesi dall’avvocato Michele Riggi, ci vogliono vedere chiaro e denunciano il possibile errore medico avvenuto in sala parto.

I medici, infatti, sono anche accusati inoltre di avere manipolato la cartella clinica della piccola. Attraverso una testimonianza, infatti, uno dei professionisti avrebbe riferito: “cerchiamo di apparare (di aggiustare ndr) , altrimenti finiamo tutti in carcere”.

ospedale boscotre

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE