Retata contro l’abusivismo edilizio a Pompei, dove la polizia municipale si è fatta sentire applicando un gran numero di sigilli alle realizzazioni senza alcun permesso. Ed a finire nel mirino sono state particolarmente le aziende cittadine.

In un caso un imprenditore F.A., poi denunciato, aveva fatto costruire una struttura di circa 3.500 metri quadrati sena alcuna autorizzazione. All’interno uffici, prefabbricati ed i congelatori utili a portare avanti l’attività. Ma gli interventi sono andati avanti anche in via Sardone, dove è stata sequestrata un’area esterna ad un’abitazione chiusa con lamiere. E ancora sigilli in via Androne per un aumento di cubatura di una proprietà privata.

Insomma, i vigili urbani di Pompei stanno lavorando duramente contro l’abusivismo edilizio nella città mariana, un fenomeno che prosegue nonostante gli interventi siano ripetuti.

abusivismo