Rinviati a giudizio l’ex sindaco di Pompei, Claudio D’Alessio e l’ex comandante della polizia municipale della città mariana, Gaetano Petrocelli. I due sono accusati di concussione e abuso d’ufficio per le questione legate al Parking Plinio.

D’Alessio e Petrocelli rischiano in tal senso una condanna da quattro fino a dodici anni di reclusione. In sostanza D’Alessio avrebbe chiesto due milioni di euro all’imprenditore quale contributo al partito di appartenenza.

La prima udienza del processo avverrà a gennaio, quando le parti in causa si troveranno faccia a faccia in un’aula giudiziaria.

d'alessio petrocelli