Pugno di ferro ad Ottaviano contro il lavoro sommerso. Uno uomo è stato infatti denunciato per violazioni alle leggi a tutela dei lavoratori e dell’ambiente.

Si tratta del titolare di un opificio tessile e di una ditta di confezionamento di biancheria per la casa. La produzione è stata sospesa per aver impiegato otto lavoratori “a nero” nella catena di montaggio.

carabinieri notte