“Girando Intorno al Vesuvio”, riparte il cineforum per le scolaresche


452

Partenza in grande stile per la quarta edizione di “Girando intorno al Vesuvio”, il cineforum per ragazzi organizzato dall’omonimo gruppo che si ripropone alle scuole di ogni grado ed istruzione dell’hinterland nolano e vesuviano. Il progetto, nato per avvicinare i giovani in tenera età al cinema, è caldeggiato dalle promotrici Candida e Marinella Gifuni e si propone di offrire agli alunni la possibilità di frequentare le sale cinematografiche della zona, secondo percorsi cinematografici condivisi, di qualità, mirati rispetto all’età degli studenti. Le proiezioni sono già iniziate presso il Cineteatro Metropolitan di Sant’Anastasia e termineranno il prossimo aprile 2015.



Poco prima della proiezione dei film, a colorare ed animare le mattinate dei ragazzi, saranno gli interventi dell’artista e filosofo di caratura internazionale Andrea Lucisano impegnato in diversi progetti contro la criminalità organizzata, già ospite al Metropolitan di Sant’Anastasia in occasione della «Festa di Primavera» per presentare il suo corto cine-filosofico dal titolo «La volpe Sophia e l’indovinello della luce solare». Gli interventi di Lucisano sono mirati a diffondere l’amore per la cultura e di riflesso anche per la legalità ed il vivere civile, sulla scia di quello che è il suo impegno personale e quotidiano che va dall’incisione di singoli incentrati sulla denuncia e sulla lotta alla mafia, all’esecuzione di testi rap in inglese ed in greco sulla felicità, sino alla realizzazione di corti cinematografici animati che ancora tutt’ oggi vengono studiati tra i banchi di scuola delle scuole medie italiane.

Le produzioni del filosofo e cantautore sono state elogiate e premiate da importanti rassegne italiane come il Giffoni Film Festival (al quale ha partecipato con un corto di sua produzione dal titolo “Socrate e la Nuvola Rosa”) ed il Festival della Filosofia in Magna Grecia. Senza contare concerti, spettacoli e convegni che hanno visto Andrea Lucisano protagonista di un movimento sociale che coinvolge indistintamente tutti, in un confronto ancestrale tra l’essere e l’apparire. Alle scolaresche presenti al Metropolitan Lucisano parla della felicità, intesa come «il bene più importante per l’essere umano cioè il fine totale per tutta quanta l’umanità. La felicità in greco, è quando voi coltivate, curate e fate star bene la vostra parte interiore e invisibile che in ognuno di noi è diversa. C’è ad esempio chi scrive, dipinge, suona… Non si sa bene per quale motivo, ma quella parte più invisibile e profonda che c’è in noi dev’essere curata e coltivata per metterla al servizio dell’umanità, per farne la cosa più bella».

A supportare «Girando intorno al Vesuvio» diversi patrocini quali «Festival della Magna Grecia», «Giffoni Film Festival», «Teatro San Carlo», «Anci», «Parco Nazionale del Vesuvio», numerosi enti comunali dei paesi limitrofi, il progetto di Lucisano «La volpe Sophia» ed è collegato, oltre al cineteatro «Metropolitan» di Sant’Anastasia, anche al «The Space» di Nola ed al «Multisala Savoia» di Napoli. Per questa edizione il filo conduttore del cineforum per ragazzi è l’amore ed il simbolo è «Watanka!» che letteralmente, in lingua Sioux, vuol dire «viaggiatore». «Watanka» è il grido di coraggio dei protagonisti di Braccialetti Rossi, la serie TV targata Rai 1, ma anche un grido «di ribellione fatta in modo amorevole» come sostengono le due giovani imprenditrici, ideatrici del progetto che ogni anno è in continua crescita.

La manifestazione finale del cineforum è prevista per il prossimo maggio a Madonna dell’Arco, cittadella del cinema. Quest’anno, inoltre, tre realtà quali la Scuola di Cinema di Napoli, Girando Intorno al Vesuvio e UBS si sono unite per dar vita alla Scuola di Cinema di Sant’Anastasia. «Professori che provengono da Napoli e Roma faranno lezione qui al Metropolitan dando l’opportunità ai vari talenti di ottenere borse di studio ed intraprendere gratis il percorso del cinema – dichiarano Candida e Marinella Gifuni – In un momento di crisi sociale ed economica abbiamo preferito affrontare una nuova sfida e puntare tutto su un polo culturale orientato sulle arti ed i mestieri del cinema e della televisione, che abbraccia tutti i paesi vesuviani. La sfida è ardua, ma noi ci crediamo!». Altra ospite che interagirà con i ragazzi è Rossella Iorio, director casting della Scuola di  Cinema, impegnata a scoprire i volti ed i talenti del cinema, grazie alla UBS Service che, proprio come spiega la Iorio, «nasce come unico interlocutore alle esigenze di chi desidera affermarsi con carattere sul mercato, sul web, nel mondo degli eventi e dello spettacolo in tutte le sue sfumature unendo l’esperienza e la professionalità, affidabilità e capacità operativa di project manager, copywriter, web master, casting director che lavorano in sinergia per consolidare l’immagine aziendale, creare consenso, generare vendite e profitti ma soprattutto unire, portando avanti il motto “che nulla accade per caso”».

girando

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE