Secondo i giudici del Tribunale di Torre Annunziata, la misura cautelare per il vigile urbano Giuseppe Salvati, è da ascrivere alla possibilità dell’agente di poter contattare la persona danneggiata per invogliarla a ritirare la denuncia.

Si spiegano così, infatti, gli arresti domiciliari per il poliziotto municipale 58enne di Poggiomarino, da ieri agli arresti domiciliari con l’accusa di avere elevato una multa per dissapori personali contro una donna a cui aveva venduto la propria automobile.

Adesso il problema è anche relativo alle forze impegnate nel comando poggiomarinese che perde così ancora un uomo da un organico già scarso di elementi.

vigili multe