La crisi spezza le gambe anche alla Sanità convenzionata: la Clinica Trusso, struttura di riferimento della zona vesuviana ad Ottaviano, è costretta a licenziare 52 persone. Questi, infatti, sono gli esuberi indicati ai sindacalisti da parte dell’amministrazione del presidio sanitario.

Al momento il bersaglio dei tagli sono ostetrici, infermieri, personale amministrativo, tecnici di laboratorio ed ausiliari socio-assistenziali. Le prime difficoltà per la Trusso erano giunte già due fa quando i circa 160 professionisti in organico erano stati costretti alla mobilità: ammortizzatore adesso scaduto e che secondo il nuovo piano porterebbe alla fine ai 52 licenziamenti.

Naturalmente è scoppiata la protesta da parte dei dipendenti che domattina si riuniranno in un’assemblea all’interno della clinica. Per i sindacati le colpe sono dell’Asl che dovrebbe assorbire gli esuberi lasciando intatte le prestazioni della Trusso.

trusso