La bomba d’acqua minaccia il Vesuviano: Pompei chiude scuole, strade e mercato


235

La bomba d’acqua si sposta sull’area vesuviana e per domani molti sindaci hanno deciso di chiudere le scuole. Il bollettino della Protezione Civile parla infatti chiaro. Per l e prossime 24 ore sono attese forti piogge e venti.



Alla luce delle previsioni, dunque, il sindaco di Pompei, Ferdinando UIiano, al fine di tutelare la pubblica e privata incolumità e in via del tutto precauzionale, ha disposto per la giornata di domani, venerdì 7 novembre 2014 la chiusura degli istituti scolastici cittadini di ogni ordine e grado, sia pubblici che privati.

Contestualmente, il sindaco Uliano, previa ordinanza sindacale ha disposto la chiusura del cimitero cittadino e un controllo serrato lungo tutto il tratto di via Ripuaria che, qualora le circostanze lo richiedessero, verrà chiusa al traffico veicolare. Già da questa sera, l’importante arteria di collegamento con i comuni limitrofi sarà piantonata da agenti dalle forze dell’ordine. Inoltre è stata disposta la sospensione del mercato settimanale in programma nella giornata di domani.

Particolare attenzione è stata, ovviamente, destinata al fiume Sarno il cui livello delle acque è sotto stretta sorveglianza.  Il primo cittadino ha inoltre dato mandato alle forze di polizia locale di incrementare il monitoraggio nei pressi dei corsi d’acqua, dei canali e degli alvei fluviali. Si consiglia, inoltre, di evitare di parcheggiare nei paraggi del fiume, delle zone depresse, di sostare nei sottopassi e sotto gli alberi. Tutte le zone caratterizzate dalla presenza di alberi di alto e medio fusto saranno, comunque, monitorate con attenzione.

Scuole chiuse, intanto, anche a Portici, San Giorgio e Cremano ed Ercolano. Stesso provvedimento anche a Sarno, al confine con l’area vesuviana.

pioggia temporali

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE