Azzurri qualificati con sofferenza nel gelo di Praga


186

Il Napoli, senza personalità, si accontenta del matematico pareggio e nel gelo di Praga, ringraziando Rafael e la buona sorte accede ai sedicesimi di Europa League. Certo missione compiuta di un Napoli che ha ancora le scorie della partita pareggiata contro il Cagliari.



Una difesa in calo di tensione domenica viene ridisegnata da Benitez ma continua a sbandare, con errori grossolani e nervosismo. Benitez fa giocare i titolarissimi e fa bene, appena, nel secondo tempo, il Napoli faceva sul serio si vedeva. Il Napoli non trova il guizzo decisivo. Occasioni non pulite del Napoli che fanno da contraltare a traverse e salvataggi di Rafael, alle sue mani decisive! Lo Sparta Praga, secondo nel suo campionato, non è scintillante, commette troppi errori grossolani e ci salva! Era la partita di Hamsik, al di là delle suggestioni ambientali, del suo quasi derby, ma il capitano non rende. Appena però Benitez gli cambia posizione si rincuora, ci prova, ha guizzi e impennate e tira in porta anche un colpo di testa! Serafico e sincero il suo commento post partita: «abbiamo giocato maluccio il primo tempo».

Jorgigno riposato e caricato è stato opaco. Un turnover limitato ci vale la qualificazione, la vittoria tra quindici giorni la certezza del primo posto. Il Napoli nella Repubblica Ceca continua a non vincere. Benitez qui vinse con il suo Chelsea. Una qualificazione che dà morale, tuffiamoci nel campionato e adelante, senza alibi!

praga

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE