Manifesto del “MoVimento 5 Stelle” di Terzigno a riguardo della Tari. E quello lanciato dai pentastellati è un messaggio molto duro in cui si parla anche «di una tassazione truffa sulle pertinenze da parte della Geset e autorizzata dal Comune».

«Con la Tari del 2014 si è dato il colpo finale alle poche attività locali ancora rimaste in piedi e come se non bastassero i tanti tributi, legittimi ed illegittimi, si autorizza la Geset ad agire così come fatto con la Gori». «Le pertinenze – avvisa il MoVimento – per legge non possono superare la tariffa numerica dello 0,716 ma in alcuni casi si è arrivati addirittura a 2,770».

Insomma, un grave errore secondo i “5 Stelle” che invitano i terzignesi a controllare le fatture ed a chiedere il riconteggio prima di pagare per verificare che tutto sia in ordine.

tari terzigno