«Suo figlio è in arresto, paghi per liberarlo»: a Poggiomarino truffatori si fingono carabinieri


124

Ancora gli anziani nel mirino dei truffatori a Poggiomarino. Dopo il caso dei finti venditori porta a porta, adesso i malintenzionati si “travestono” da carabinieri. Ieri ci sono stati due tentativi simili in città, uno in via XXIV Maggio e l’altro in via Nuova San Marzano, con i balordi che giocano con la paura delle mamme pensionate.



Arriva una telefonata a casa durante cui queste persone si spacciano per carabinieri della locale stazione: «Suo figlio è qui in caserma in stato di arresto, per liberarlo subito deve pagare 1.500 euro». Poi il telefono passa al presunto figlio per cercare ulteriormente di invogliare le anziane a sborsare il denaro in contanti. Ma in entrambi i casi ai truffatori è andata male, poiché hanno riconosciuto che la voce al telefono non era quella dei loro figli.

I due casi sono stati denunciati nel pomeriggio di ieri presso la locale stazione dei carabinieri che sta indagando sull’accaduto cercando di identificare i truffatori.

Carabinieri Poggiomarino

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE