Il Comune di Striano e quello di Poggiomarino saranno presenti con uno stand alla XVII Edizione Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum,  che parte domani e che si concluderà domenica 2 novembre.

Un evento fieristico, ideato ed organizzato dalla Leader srl, che dal 1998 si svolge a Capaccio-Paestum: obiettivo dell’iniziativa è promuovere i siti e le destinazioni di richiamo archeologico, favorire la commercializzazione, e incrementare le opportunità economiche e gli effetti occupazionali. Striano, insieme, a Poggiomarino esporrà infatti sul tema degli Scavi di Longola il villaggio protozoico emerso durante l’esecuzione di alcuni lavori e di cui il Comune di Poggiomarino, grazie ai fondi regionali, sta realizzando un villaggio che comprende anche il territorio di Striano, Sarno e di San Valentino Torio. La città del sindaco Aristide Rendina avrà dunque un proprio stand in cui verranno esposti volumi sulla città e sulla sua antica storia. Inoltre ci saranno delle gallerie fotografiche degli eventi promossi a Striano e naturalmente non mancheranno i reperti storici trovati proprio sul territorio cittadino.

«Un’occasione importantissima per valorizzare la nostra storia e soprattutto quella di tutta l’area agro-vesuviana-sarnese, vera “fonte” di reperti – spiega il consigliere delegato all’evento, Concetta Cordella – siamo stati bravi a non farci scappare questa fondamentale chance per lo sviluppo della nostra terra».

scavi sottosuolo